Africa Oggi campi di lavoro in Africa e America Latina » Missione e Missionario

incontro di aprile 2009

Inserito in Incontri mensili di Africa Oggi | sabato 18 aprile 2009 | |

Ciao a tutti,
domenica 19 aprile a partire dalle ore 09.30 si terrà l’incontro formativo di Africa Oggi.

Ci troveremo presso la:

PARROCCHIA SAN LEONARDO MURIALDO
Via Padre Leonardo Murialdo, 9
MILANO
MM1 INGANNI, bus 49/50/58/64

Programma:

Accoglienza
Relazione di Padre Enzo sul tema: “Missione e missionario”
Dibattito
Messa
Pranzo al sacco condiviso
Divisione per gruppi partenti
Conclusione prevista per le ore 16.00

Buona giornata
Il direttivo di Africa Oggi

DIO E COCA di Giacinto Franzoi

Inserito in Proposte di lettura | sabato 18 ottobre 2008 | |

DIO E COCA

Fatti e misfatti di una missione
di Giacinto Franzoi

Dalla premessa: l’autore di questo libro è un missionario della Consolata, nato a Spormonore 60 anni fa, il 29 di settembre. E’ un trentino “doc” come le mele melinda, che si raccolgono nella valle di Non e si esportano in tutto il mondo. Quasi tutta la sua vita l’ha trascorsa nell’Amazzonia colombiana, percorrendo i sentieri della foresta a cavallo, e in canoa i molti fiumi che scendono dai monti a formare il grande bacino amazzonico.

Lontano dal richiamo di ogni efficientismo occidentale, si è posto accanto alle comunità che negli ultimi anni hanno acquistato quel lembo di terra vergine richiamate da un’unica notizia: l’oro bianco, la coca, li avrebbe fatti ricchi in poco tempo. Non importava come, ma il miraggio di un possibile guadagno compensava il rischio, per quella gente che non aveva nulla da perdere. Dover convivere con molti eserciti era un’impresa per coraggiosi e non per vigliacchi. Non importava se il padrino che li “difendeva” cambiava quasi quotidianamente: fosse il guerrigliero o il mafioso, il paramilitare o il soldato, il risultato era lo stesso. Il pizzo lo si doveva pagare comunque.

Ci immaginiamo il duro lavoro di un missionario chiamato a conciliare guerra e pace, ricchezza e povertà. Eppure, lungo i suoi lunghi anni di presenza evangelizzatrice, ha avuto il coraggio di essere il primo in Colombia a proporre al mondo una campagna interessante e originale con il solo scopo di sostituire le coltivazioni di coca con altri prodotti. Questa è stata la sfida di un rappresentante della chiesa missionaria, che ha raccolto la sfida della storia e si è rimboccato le maniche.

Le pagine che costituiscono questo libro sono un racconto a cuore aperto, sincero e senza doppi fini. Conoscere l’altra verità raccontata dai suoi protagonisti.

Intervista a Giacinto Franzoi

campo di lavoro a Chegutu, Zimbawe: tutto quello che “qui” non arriva

Inserito in Testimonianze | giovedì 28 agosto 2008 | |

Il campo come quello svolto questo Agosto in Zimbabwe viene chiamato “campo-pilota” perchè è si tratta di un nuovo contatto.
Vi hanno è partecipato Mariapia, Nuccio e Lorenzo.
Questo è un veloce resoconto di quello che hanno visto, immagini e fotografie di una situazione che da noi non arrivano…

25 Agosto 2008

Eccomi di ritorno!

Volevo scrivervi … una testimonianza del viaggio fatto, … perchè nel paese vige una legge che impedisce di filmare o fotografare qualsiasi cosa che possa riportare la situazioni della popolazione.
Magari non ci saranno riferimenti precisissimi, ma proverò a ricordare tutto ciò che ho visto e che mi hanno detto.

continua a leggere…

Abba Pacho: vivere per l’Etiopia

Inserito in Testimonianze | martedì 29 novembre 2005 | |

Il nostro ospite relatore comincia l’incontro con un gesto simbolico: accende un lumino come simbolo delle persone che sono state presenze importanti nella sua vita.

La scelta

Abba Pacho (il suo nome è Francisco Pacho, e abba sta per “padre”) è entrato a 12 anni in seminario. Gli anni del Liceo sono passati senza eventi eclatanti, è stato solo alla maturità scolastica che è cambiato qualcosa. A 18 anni i suoi amici parlano dei progetti futuri: un lavoro prodigioso, una famiglia, dei figli. Pacho sente invece che l’unica cosa che desidera fare era servire Dio.
La maturità in Colombia è un passo importante: durante gli esami hai la possibilità di scrivere un articolo partendo dal presupposto che in quel momento stai perdendo la tua vita e hai solo mezz’ora di tempo.

continua a leggere…

Pagina successiva »